And what have you done

Abbiamo salutato il 2017.

Un anno che, se non ci fosse stato, avrebbero dovuto inventarlo.

Un anno di svolte, cambiamenti, testacoda, inversioni a U.

Un anno in cui ho riso, fino alle lacrime. E versato lacrime.

Un anno in cui ho cambiato casa.

Fisicamente. Ma anche metaforicamente.

Un anno che ha concluso una navigazione iniziata nel 2012.

Dopo mille tempeste, canti di sirene, rotte corrette e carte geografiche sbagliate, la nave è arrivata in porto, con le luci accese.

Il capitano ha sbarcato merci ed equipaggio, e riletto da solo il diario di bordo. E ha rivisto volti. Ripercorso storie.

Poi ha sorriso.

Ed è ripartito. Verso nuovi mari. Alla volta di nuovi porti. Alla ricerca di altri volti, di altre storie.

Con una convinzione. “Solo bagaglio a mano”.

Che il 2018 abbia inizio.

Buon tutto a tutti.

14 pensieri su “And what have you done

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...