Over the rainbow

Non sarà la migliore delle leggi, ma è una buona legge, come dimostrano le scomposte reazioni degli oppositori.

Ma la vera domanda, a legge approvata, é la seguente: una volta che sia ratificata, come é assolutamente ovvio avvenga, dal Presidente della Repubblica, sarà automatica la decadenza di Marchini da candidato a sindaco di Roma?

Perché a quel (poco) che mi consta, come può essere (o voler essere) rappresentante dello Stati uno che, in campagna elettorale, dichiara apertamente che non rispetterà le leggi di quello stesso Stato? Pertanto si rientra nei casi di automatica decadenza dall’incarico.

E come necessario corollario, quanto dovremo attendere per l’opportuna denuncia per istigazione di reato per coloro, da Salvini a Giovanardi, che stanno invocando l’obiezione di coscienza per i sindaci.

Nella loro sterminata ignoranza istituzionale qualcuno li avverta che ai sindaci non è concessa l’obiezione di coscienza. Nel loro ruolo di pubblici ufficiali sono tenuti a rispettare (e far rispettare) le leggi della Repubblica.

L’alternativa sono le dimissioni. Che naturalmente nessuno si sogna di dare.

 

Annunci

9 thoughts on “Over the rainbow

  1. Che uno dei candidati a sindaco di Roma cavalchi l’antipolitica , facendosi sostenere tra l’altro da chi la politica l’ha definitivamente affossata, la dice lunga sulla pochezza dei mezzi intellettuali (intellettivi) messi in campo per queste elezioni. Che vinca il meno peggio.

    1. Comunque anche il fatto che il meno peggio non si sia ancora soffermato sulla sostanziale anticostituzionalità di quelle affermazioni è indice di una pochezza intellettuale (ed intellettiva, come ben discrimini) imbarazzante

  2. Over the rainbow va bene, ma il problema resta che dai consiglieri comunali e seguendo la scala fino ad arrivare ai vertici nazionali: qualità, onestà, senso civico e spirito di servizio , per la stragrande maggioranza di questi, sono pari a zero, pertanto over the rainbow abbiamo trovato la melma e siamo sprofondati, (melma è un eufemismo).

  3. Lo diceva ieri dalla Gruber Parisi, come se fosse cosa ovvia. Per dire che per un po’ di liberale consapevolezza non c’è bisogno di chi sa che (o chi)… E dunque davvero il livello di casa nostra è proprio tanto tanto basso.

    (Su Roma, però Giachetti non è il meno peggio, dai!)

    1. Sì, infatti è un’ovvietà, proprio niente di che. E l’assenza di consapevolezza ad essere imbarazzante.
      (Quanto a Giachetti, mi sembra proprio inconsistente, però per carità, magari è bravo)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...