O mia bela Madunina

Ci sono, non sono ancora espatriata nottetempo senza avvisare nessuno. Anche se in fondo sarebbe un’ipotesi da non trascurare.

In questi 8 giorni di blackout, son successe un sacco di cose.

Mentre la Madunina, che da tempo ha smesso de brilar, la brusava e anche parecchio, tutti se la prendevano con Angelino nostro, ormai conclamatamente ministro dell’inferno.

Angelino, uno di noi, uno che, ammettiamolo, un po’ è incapace di suo, e un po’ è sfigato proprio.

Val però la pena fare qualche considerazione a margine.

Per Expo, sinora, ci son stati più arrestati che stand completati. E questo è un fatto.

E pure dove si è completato, meglio stenderci una trapunta. Si è infatti già staccato un pezzo del padiglione turco. Franato in testa ad un’incolpevole donna, rimasta ferita. Forse però non è tutta colpa nostra. Resta infatti il dubbio che tutto fosse pronto per accogliere la vista papale.

Resta che Expo, a conti fatti, si presenta come gli studios di Cinecittà. Con la differenza che farlo a Cinecittà sarebbe costato meno. Molto meno.

Renzi, per parte sua, fa il consueto sfoggio di buona educazione e dimentica di ringraziare Prodi. Poi, si riprende e dichiara «Nessuno nega a Prodi un ruolo straordinario per Expo». Non precisa che, fosse per lui, in quel ruolo ce lo vedrebbe con una pala in mano.

Ma non siamo disfattisti. Nel primo giorno pare ci sia stata un’affluenza straordinaria di visitatori. In realtà erano operai travestiti, ma teniamocelo per noi.

Milano, in compenso, il 1° maggio viene messa a ferro e fuoco.

Alfano si distingue per arguzia: ‘Evitato il peggio’. In effetti, almeno, non ha piovuto.

Poi aggiunge: ‘Massima durezza per i farabutti con il cappuccio’. E il sospetto che si riferisse a Salvini è forte.

Però una cosa buona l’Expo l’ha prodotta. Viene arrestato Ercole Incalza. Massimo dirigente del ministero delle Infrastrutture che ha resistito a ben 7 cambi di governo.

Il ministro Lupi, poi dimissionario, ne tenterà un’appassionata difesa definendolo un ‘tecnico autorevolissimo’. Che è pur vero, a ben pensarci. Ogni volta che quest’uomo proferiva parola, qualcuno metteva mano al portafogli.

P.S.

Seriamente, non credo che Expo apporterà alcun beneficio ed è la ragione della contrarietà che espressi già a suo tempo (e che valeva pure per le fortunatamente abortite olimpiadi romane). Al netto di qualsiasi considerazione (sociale, ambientale) che già avrebbe dovuto indurre a riflettere, ritengo che le spese sotenute per Expo non saranno compensate dalle entrate e questo, un paese come l’Italia, in questo momento, non se lo può, semplicemente permettere. Così come ritengo che i black bloc non abbiano nulla a che vedere con Expo in sé, ma con un bisogno di violenza che si esprime in occasioni di eventi, ma non in ragione degli stessi.

Annunci

27 thoughts on “O mia bela Madunina

  1. Ne parlava proprio ieri sera Report.
    Sui prezzi delle ferrovie al km, di come rovinino il territorio, di tutti i soldi evaporato.
    Uno schifo vero.
    Come (quasi) sempre ci facciamo la figura dell’armata Brancaleone.

  2. Francamente non capisco come un’attenta economista come te possa non cogliere l’inusitato interesse suscitato dal cibo e dalle sue origini io per esempio fremo nell’attesa di saperne di più sul riso basmati, sul platano fritto e sulle mille ghiottonerie da tutto il mondo e non sarà il fatto che l’evento sia sponsorizzato da mcdonald, che pezzi di padiglioni si possano staccare e precipitare nè tantomeno che oscuri disfattisti no global pirmontesi ci scrivano su dei post che mi tratterranno dal mandarci mia suocera.

  3. Ciao. Contenta di leggerti! Non mi sono francamente preoccupata molto della faccenda expo, devo dire la verità. Non avevo un parere in merito. Ho sentito dei maneggi vari e dei ritardi e sentivo il marito parlarne ( per altro ho sentito le stesse cose, identiche su costruzioni imponenti in altre parti del mondo).
    Poi ho un po’ seguito, per lavoro, alcuni progetti correlati, che mi sono piaciuti, perchè il tema è bello e attuale e lo sento in modo particolare. E mi è venuta voglia di andarci.
    E di vedere l’inaugurazione.
    E sono in questo momento nella fase della vita “vediamo anche quello che c’è di buono, il poco che c’è dove lo trovo” ….

    1. Guarda, rubare, rubano dappertutto. C’è, solo, un momento in cui non è opportuno lasciare che rubino. Qui sarebbe arrivato, quel momento. Ma su Expo ho perplessità un po’ più ampie (e meno cazzare) di quelle espresse sopra. Ma andrebbero espresse bene. E non escludo di farlo più in là. In questo momento il tempo è una risorsa scarsina…

  4. Sappi che ho riso molto annuendo nel leggerti, perchè scrivevi quello che pensavo e lo facevi con quell’ironia che io amo molto. Il pezzo finale poi, lo ammetto, si penso come te.

  5. Comunque poi la sera del Primo Maggio pioveva pure.
    Detto questo è del tutto evidente che EXPO sarà il rilancio solo per quelli che lucreranno su un terreno che valeva quattro olive e adesso vale un mango ripieno (giusto per restare in tema).
    E se anche costoro nel frattempo finiranno in galera, magari in quella prigione lì dietro Expo, non c’è problema: troveremo il modo di sostituirli con altri.
    Sui BB non ho invece niente da dire. Solo che, quando la Mayday è partita era festosa e allegra. Ho davvero sperato che non ne avrebbe mostrato un’anima nera.

    1. Appena riesco ad avanzarmi cinque minuti decenti scrivo quel che penso sul serio senza buttarla in caciara. Son brutta gente quelli che stan dietro a Expo. Il dramma è che non si riesce a far percepire quanto brutta. Tanto davvero, comunque

  6. piacevolissimo e condiviso. penso tra l’altro che gli Expo in genere abbiano fatto il loro tempo, roba da fine ottocento o giù di lì quando erano l’unica occasione per muoversi, stupirsi, conoscere le altre nazioni.
    però voglio spezzare una lancia sul groppone infelice di angelino nazionale: niente di più facile che potesse finire come a genova.
    se non è successo non credo sia dovuto al caso ma a precise disposizioni del capo della polizia e forse anche sue, come disposizioni opposte sicuramente erano state impartite a genova dalle medesime cariche.
    ml

    1. Guarda, Alfano ha fatto cose ben peggiori di Expo. Non è accaduto un G8 solo perchè un G8 c’era già stato. Questo Stato è una schifezza, ma un (vago) senso del limite da qualche parte ce l’ha ancora.

  7. Ho seguito poco nulla le vicende del 1 maggio essendo fuori e ancora non ho avuto tempo. Mio papà, al telefono da NY mi ha raccontato una versione personale che è i linea con quella di Massimo. Per quanto riguarda Expo io sono schifata e anche incattivita e no, non ce lo possiamo permettere. Punto. Ps: staresti bene tra il “cast” di Spinoza, ci hai mai pensato? La satira è roba per pochi a parer mio, tu sei brava.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...