CITA UN LIBRO #IOLEGGOPERCHÉ/10

L’ho sempre pensato che la vita è circolare. Ed è dunque giusto che il cerchio si richiuda proprio là dove era iniziato, a casa della ‘povna, che wolkerina ha decretato con giusto merito vincitrice dell’ultima tornata di cita un libro.

Intendiamoci, avrebbe vinto a mani basse pure le altre, con citazioni estratte da un cappello che pare essere un pozzo senza fondo, la ‘povna che di questo gioco è stata padre e madre.  E che ha ribadito, nel post odierno, che ciò che comincia deve ben avere una fine. E che per questo gioco è arrivato il momento della parola fine.

Ci eravamo affezionati, a questo citare domenicale, ma, ammetto, mai, neppure per un istante, ho pensato che il gioco potesse continuare fuori dalle rotte di #ioleggoperché

Perchè è un gioco impegnativo, come ha giustamente sottolineato la ‘povna (che ogni settimana dedicava tempo ed energie a sostenere la sua creatura. E perché, mi permetto di aggiungere, farlo diventare una routine avrebbe tolto magia all’eccezionalità.

Porterò sempre il ricordo di quanto meravigliosi foste, tutti, nel corso della settimana dell’etica. E, allora come ora, desidero ringraziarvi, tutti. Chi commentò, chi lesse soltanto, chi partecipò con post propri a casa propria.

Those were the days, my friend, diceva la canzone. Ma quei giorni possono venire una volta sola.

Questa settimana, faremo un happening sulla lettura, e poi… E poi ci saranno anche altre cose, ma questo sarà in un prossimo post.

Per certo questa settimana sarà per intero dedicata a #ioleggoperché.

Di seguito, la citazione che partecipa al gran finale. Dove? Ma a casa della ‘povna, naturalmente.

Annunci

15 pensieri su “CITA UN LIBRO #IOLEGGOPERCHÉ/10

  1. Le Giovani Marmotte, analizzando questa citazione, noterebbero la variazione anaforica tra “è” e “si sa”, e direbbero che questo fa capire che la lettura e la scrittura sono legate alla conoscenza, mentre le altre due cose all’essere dell’uomo in maniera meno mediata (e sono un po’ da ingegnere, specie la prima, aggiungerebbe la ‘povna con un sorriso).
    Pennac ci sta proprio bene, come esordio, e oltre tutto ricordiamo che è uno dei grandi scrittori che ha accettato di appaltare il suo diritto di autore, per questo romanzo e per questo progetto!

    Grazie, cara, delle tue parole, del post, e anche di una serie di comprensioni al volo da lunghezza d’onda che, oltre a essere conferma di amicizia, sono anche molto molto pratiche, il che non guasta (so che capisci).
    E che la settimana di #ioleggoperché prenda il via!

  2. Ancora “come un romanzo” di Pennac, oggi lo sto ritrovando dappertutto e il non averlo ancora letto (non aver ancora letto nulla di Pennac!) mi fa sentire a disagio.
    Per il resto post bellissimo, come sempre quando passo di qui e grazie per aver ricordato la settimana etica e morale, ha rappresentato molto all’interno di queste dieci settimane.

  3. Pingback: ammennicolidipensiero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...