E arrivano i discorsi, però le conclusioni quasi più

La vita ai tempi del 2.0

Settimane fa, l’Uomo è stato messo a parte dell’esistenza del blog. Dopo un attimo di sostanziale perplessità, condensabile in ‘ma dove cazzo lo trovi il tempo?’, la curiosità ha prevalso (‘e quale sarebbe l’indirizzo?’)

Gliel’ho dato nella totale certezza che avrebbe leggiucchiato qua e là, curioso com’è, e presto si sarebbe stufato.

Comprensibilmente, visto che quel che scrivo sul blog lui se lo sente dire in diretta, e spesso ben più verbosamente.

Evidentemente, non lo conosco così bene. Dopo essersi sciroppato l’intero blog, ci ha preso gusto e ha cominciato a vagabondare pure sui blog amici. Da lurker ovviamente, come quasi tutti noi fummo agli albori.

Ma fosse solo quello. E’ che ultimamente in casa nostra si svolgono conversazioni stranianti.

‘Scusa, ma come mai non pubblichi niente?’. La domanda ti viene rivolta mentre pancia a terra stai cercando di sopravvivere ad una merdosa giornata 1.0, che può nobilitarsi solo terminando. Speri che lo sguardo dissuada. Invece no. Parte la seconda domanda. ‘Scusa, ma come mai nessuno sta pubblicando?’ ‘Che dirti Uomo. Aprile è un mese crudele. La gente è incasinata. O magari, ha un cazzo da dire. In effetti lo dice pure il disclaimer, non siamo il Corriere, pubblichiamo quando capita, se capita, quando abbiamo qualcosa da dire, se abbiamo il tempo di dirlo’. ‘Ah.’ ‘Eh.’

Pubblichi (finalmente) un lunedì film. E’ il Mare dentro. ‘Scusa, perchè io non l’ho visto? Deve essere bello, tra l’altro. Non guardare sempre i film belli quando sei via. Che poi magari piacciono pure a me.’

‘Guarda che l’abbiamo visto insieme, nel 2004, su Sky, spalmati sul divano, perlomeno, io l’ho visto lì, quindi statisticamente c’eri pure tu’ ‘E perchè non me lo ricordo?’ ‘Perché dormivi?’ ‘Può essere’.

Mercoledì serà, l’Uomo, sfottente: ‘Ma sul blog lo sanno che guardi la cagata maxima (al secolo Chi l’ha visto?)’ ‘Si, ci ho fatto pure un post’. ‘Non l’ho letto e comunque sei senza ritegno. E questa roba è una cagata’. ‘Fa’ silenzio che mi deconcentri. ‘Calma. E’ solo la Sciarelli, mica Eco.’

Parlando di lunedì film. ‘Dovresti essere un po’ più pop. Portare una ventata di leggerezza.’ ‘Tipo?’ ‘Dovresti recensire Quel gran pezzo dell’Ubalda.’ ‘Uomo, hai avuto una giornata difficile?’ ‘Guarda che è una pietra miliare della commedia sexy all’italiana, non fare la snob’. ‘No guarda, amore mio, non può essere snob una che si è vista l’intera epopea del Monnezza. E’ che non l’ho vista proprio.’ ‘ Se vuoi la vediamo insieme.’ ‘Uomo: nell’ordine, non sono un tuo commilitone. Non abbiamo quindi fatto il militare insieme a Cuneo e per ciò stesso non sono una donna di mondo. Poi, quel film poteva avere (forse, molto forse) un senso negli anni 70. Nel 2015, tra sfumature varie, suppongo possa essere al massimo patetico. Infine, ma visto che sei così ferrato, perchè non ti apri un blog e non ci recensisci all’interno quel che ti cale?’ ‘Sei acida. Sappilo.’

La nana ci guarda interdetta.

Annunci

41 pensieri su “E arrivano i discorsi, però le conclusioni quasi più

  1. Cioè hai consigliato all’Uomo di aprire un blog su Rocco Siffredi in sostanza….mi avrebbe fatto piacere molto averti avuta come commilitone a Cuneo..hahahah forse perché non ho mai fatto il militare, suppongo…

  2. Mmmmmm il marito è ovviamente a conoscenza del blog visto che ha incontrato amici conosciuti qui… ha anche leggiucchiato, non ha apprezzato a volte sfoghi personali in cui zappavo nel suo prato… ma è carino il suo interesse. Mi piace…

    • Ecco di positivo c’è che a parte alcuni happening casuali, come questo, sto ben alla larga dalle nostre vicende personali. Ma è una scelta a prescindere la mia. Precedente al suo avvento, intendo. peraltro il mio notorio mansueto carattere fa sì che se gliele devo mandare a dire lo faccio di persona 😛
      Comunque avevo inteso il doppio riferimento (ai due mariti, dico)

  3. Beh io è un outing che non farò, per ovvi motivi, cioè che ho un blog l’ho pure detto, ma non confesserei mai l’indirizzo. Uomo carino, mi piace questa cosa, anche la Nana interdetta mi piace. Ciao uomo di Iome.

  4. Mi hai fatto morire dal ridere, coi vostri dialoghi e la Nana che vi ascolta interdetta (in attesa di… ) 😀
    Mio marito dovrebbe essere a conoscenza del mio settennale ma esangue blogghettino, ma non credo che l’abbia mai letto, forse perché non l’ho invitato esplicitamente a farlo. Siamo entrambi timidi. 🙂

    Questa è per il tuo lui: signor Uomo, si lurka solo per un po’, poi però ci si manifesta, meglio con un proprio blog o almeno con un commento! La aspettiamo! 😉

  5. Una domanda tecnica: avevo pronto un “Lunedì film” su una pellicola seria. Devo sostituire il tutto con “Delitto al ristorante cinese”?

    E poi: date le premesse, la nana almeno ci accompagnerà alla panchina o ci lascerà al nostro destino e alla pazienza un povero tassista capitolino (“Ah signo’, vabbè tutto, ma nun me smontate ‘r taccsi a mani nude! Manco più de le vecchie de fora ce se po’ffida’ – in quanto l’anziana capitolina ha come mito assoluto la Sora Lella Fabrizi ed ha di conseguenza fama di essere assai coriacea -“)?

    • Guarda, ci organizziamo. Quando decidi di recensire delitto al ristorante cinese, mi avvisi per tempo che recensisco delitto in formula uno. E passiamo direttamente alla storia 😛
      Non contare sulla nana, però. Quella ci scambia a noi e alla sala bingo per il taxi del tassista capitolino. Er poi ci fa pure pagare la corsa. E’ bassa ma assertiva… 😛

  6. ahahah
    a casa mia invece funzioan così
    “Benza, è un sacco che non scrivi sul blog… Benza, diamine, scrivi sul blog… Benza, cazzo, hai voluto tu che avessimo il blog a quattro mani dopo il matrimonio, ma guarda che se non scrivi io mollo tutto sai, e me ne torno al mio vecchio blog, che è sempre lì che mi aspetta”
    (vale a dire, la versione 2.0 di “torno da mia madre”)

  7. Ah ah ah! Bella la vita matrimoniale 2.0 😀
    Per me, l’opposto: mio marito lo leggeva all’inizio (“così almeno hai un lettore… però i like non li metto, eh!”), poi si è stufato ed è tornato a dormire sul divano 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...