Dai la verità in pasto ad un’opinione

La nana, in casa, parla a nastro. Da farti sanguinare le orecchie. La nana, in esterna, è pochissimo loquace e pare spesso persa tra i suoi pensieri.

Dopo sabato, potrei aggiungere: non a sufficienza.

Esterno notte. Io, lei e l’Uomo siamo in pizzeria. Lei sta attaccando l’ultima cucchiaiata di gelato, quando entra un quartetto. Due coppie. Una delle due donne è agghindata come la Madonna di Pompei e reca seco un chihuahua da borsetta.

Io non amo particolarmente i cani di piccola taglia che mi sembrano criceti che han fatto culturismo, e a ciò si aggiunga che la povera cagnetta (spero fosse una cagnetta) era addobbata con una sorta di giacchetta di simil chiffon rosa, e con una specie di collana di perle sopra il collare.

Trasecolo, ma taccio. Nel frattempo, finiamo di cenare, e ci alziamo per andare a pagare il conto.

La nana pianta gli occhi sull’imbelle bestiola, guardandola con aria mediamente schifata. Considerato che il suo must a quattro zampe è il molossoide dei vicini, posso capirla. La tizia che reca il cane in borsetta, invece, fraintende lo sguardo.

Di seguito, la conversazione:

‘Ciao bimba, come ti chiami’ ‘Nana’. ‘Nana, ti piace il mio cane?’ ‘No, preferisco i cani normali’.

All’affermazione io e l’Uomo ci saremmo già sotterrati lì. La tizia invece insiste. D’altronde, da una che circola con un cane in borsetta vestito da regina del celebrità, che cazzo vuoi pretendere.

‘In che senso, tesoro?’ ‘Mi piacciono i cani normali. Più grossi e meno vestiti. Ma non sta scomodo il povero cane?’

Sipario.

Annunci

39 pensieri su “Dai la verità in pasto ad un’opinione

  1. Grande Nana (e non é un ossimoro)!!!
    Mi hai ricordato il mio nipotino treenne che, una sera in pizzeria, si é alzato é andato dritto dal pianista di piano bar che canticchiava stonatamente e con voce petulante delle canzoni improponibili e gli ha detto:” Puoi smettere per favore di cantare che al nonno gli é venuto il mal di pancia!”
    É stata l’ultima volta che siamo andati in quella pizzeria. 😂😂😂

  2. Perché sotterrarsi? A domanda ha risposto.
    Domandare è lecito, però quando lo fai ti becchi l’eventuale risposta, giusto?
    La tizia ha i suoi gusti, immagino legittimi (anche se forse al cane andrebbe data la possibilità di dire la sua): ma sarà pur consapevole che il concetto medio di “cane” nel mondo non è “cosino ricoperto di chiffon rosa”
    (quella che segue, nel caso probabilissimo che non venga, è lo smiley a forma di diavoletto)
    3:)

    • Ahia. Mi sono accorta di non essermi espressa in maniera chiara. Avrei dovuto più acconciamente scrivere: ‘A quel punto, io e l’Uomo, al posto della tizia, ci saremmo già sotterrati lì” Dopo un nano secondo di imbarazzo, infatti, abbiamo fatto il tuo stesso ragionamento. A domanda, ha risposto. E il concetto di cane, a casa nostra, coincide con bestioni stazzanti un congruo numero di chili ricoperti del proprio pelo, lungo o corto che sia. Per cui lei lo ha esteso al canino. Per il quale nutriva sincera compassione.

    • Lì per lì mi son basita. poi ho visto la madonnadipompei e me ne son fatta una ragione. Che sei vai vestita come al matrimonio di william&kate in una pizzeria di paese, effettivamente ci sta pure foderare il povero cane di chiffon.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...