Passa il tempo, passa in fretta, con la noia e l’allegria.

La cantavo alle elementari. Trentaquattro anni fa. Sticazzi. Son volati. Non dicevo sticazzi, allora. Alle elementari non dicevo parolacce. poi ho recuperato. Con gli interessi, credo. Non dicevo tante cose, a dir la verità. Non dicevo cosa provavo, ad esempio. Tenevo tutto dentro, e mi pareva di scoppiare. Adesso tiro parecchio fuori. e scoppiano gli altri.

Oggi, faccio cifra tonda. Son quaranta. Quarant’anni. Da bambina, pensavo che a quarant’anni uno fosse vecchio. Adesso, ne muore uno di 70 e penso, porello, se n’è andato presto.

Ecco una cosa che ho imparato, in questi quarant’anni. La vita è un punto di vista. E l’importante è la prospettiva

Guardo questi quarant’anni, e provo un senso di pacificazione. Mai l’avrei detto, peraltro.

Non tanto per ciò che ho fatto, o non ho fatto. Che non è ancora tempo di bilanci. Ma perchè li ho riempiti. Di cose, parole, facce, persone. Di storie, risate, pianti. Di amori, di perdite, di pensieri.

C’è di tutto in questi anni. Anni vissuti senza risparmio.

Lavorando troppo, correndo troppo, amando senza riserve, soffrendo senza difese.

Scrissi un post, tempo fa, le dieci cose che avrei voluto fare. E le farò. Senz’altro. So che le farò. Tutte nessuna esclusa. O proverò a farle. Perchè la vita va vissuta. Tutta. Senza riserve.

Perchè non si può amare al risparmio, vivere al risparmio, lavorare al risparmio. Bisogna dare tutto, sempre. E quando il serbatoio si svuota riempirlo, di nuovi sogni ed energie.

Happy Birthday to me.

Annunci

36 thoughts on “Passa il tempo, passa in fretta, con la noia e l’allegria.

  1. ti auguro di inseguirle e raggiungerle tutte, quelle dieci cose (per dirla tutta: mi metto in coda per buona parte di esse. scambio guerra e pace con una salita al rifugio margherita e l’arabo con lo swahili). e in ogni caso, spero ieri sia stata davvero una bella giornata.

  2. Tantissimi augurissimi tesoro!!! Ti risparmio le solite menate astrologiche che peraltro ti ho già enucleato. Ti auguro di fare tutte le dieci cose ma anche no se cambi idea strada facendo un abbraccio

  3. ci sono varie scuole di pensiero sullo “spremersi” a prescindere, sul dare tutto in ogni ambito/circostanza ma questo è un concetto che sintetizza la logica dei 40anni e dei tempi moderni. Quando eravamo bambini noi quelli negli anta ci apparivano vecchi perché in parte lo erano, avevano già compiuto gran parte del loro percorso di vita, oggi a quella età si “inizia”.
    Io penso che nella vita si debba PRENDERE, prima ancora di dare.

    TADS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...