On the bookshelf – La Compagnia dei Celestini – Stefano Benni

Se davanti a ricchi figli di papà, col vestito giusto, il sorriso giusto, lo smartphone giusto, continuerete a preferire i poveri orfanelli di Santa Celeste, allora l’eterna lotta tra i fidipà e i fidipù non avrà segreti per voi.

Se saprete ancora provare ribrezzo per i Don Biffero di questo mondo, allora siete pronti a ridere della Grande Meringa.

Se in una notte senza stelle, anzichè guardare la tv di Gladonia, così simile a quella di quest’Italia ciancicata, alzerete gli occhi verso un cielo senza stelle, illuminato da una luna intermittente (come in Luna e Gnac), allora la pallastrada non avrà più segreti per voi.

E verrà a trovarvi il Grande Bastardo, protettore degli orfani, dei mendicanti e dei randagi.

“Dal libro del Grande Bastardo, Capitolo 7

Il Grande Bastardo disse ai suoi discepoli Pantamelo e Algopedante: “E’ proprio dei giovani come voi essere affascinati da stregoni e sortilegi, e pensare che a essi sia riservato il privilegio di donare la fortuna e cambiare la vita.

Ma esistono altre persone che compiono miracoli e prodigi, nascoste negli angoli delle città e della storia.

Se vedi uno stregone con un copricapo di piume di ororoko che cammina sopra i tetti, fa volare le edicole e fa cadere polvere d’oro sui passanti, può darsi che la tua vita stia per cambiare, ma molto più probabilmente stai vedendo un video musicale.

Se vedi una persona che non si rassegna alle cerimonie dei tempi, che prezioso e invisibile aiuta gli altri anche se questo non verrà raccontato in pubbliche manifestazioni, che non percorre i campi di battaglia sul bianco cavallo dell’indignazione, ma con pietà e vergogna cammina tra i feriti, ecco uno stregone.

Quando non c’è più niente da imparare, vai via dalla scuola.

Quando non c’è più nulla da sentire, non ascoltare più.

Se ti dicono: è troppo facile starne fuori, vuol dire che loro ci sono dentro fino al collo.

Vai lontano con un passo solo.”

Questo post partecipa al venerdì del libro di homemademamma.

Annunci

17 pensieri su “On the bookshelf – La Compagnia dei Celestini – Stefano Benni

  1. Prendendo spunto da Nina, io direi: “L’unica volta che Benni è stato qualcosa di simile a quello che è considerato in Italia anche da chi è convinto di non sopravvalutarlo”.
    Non amo Benni, proprio per quello che dicevo. Ma questo fa eccezione. Lo feci pure leggere ai Bufali dell’Orda, un anno, a scuola.

  2. Pingback: Venerdi’ del libro: La piramide di fango |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...