Un amore così grande

S’avvicinano i Mondiali brasiliani, e la FIGC ha pensato di affidare ai Negramaro la cover che accompagnerà la Nazionale nell’avventura.

Orbene, già la spedizione si presenta disagiata e la sede di Manaus, dove i nostri debutteranno, è, per diretta conoscenza, una sorta di succursale dell’inferno, però un tantino più umida, per non farsi mancare nulla.

Già, secondo me, questo Mondiale darà delle soddisfazioni, e belle grosse, in termini di disordini e casini assortiti, che il Brasile di questi anni altro che BRICS, è una polveriera pronta ad esplodere, e quest’occasione è troppo ghiotta per non innescare la miccia.

E vedremo se Dilma Rousseff, che ha una solida storia democratica e di sinistra (molto di sinistra), riuscirà a gestire la situazione o si affiderà al classico metodo sudamericano. Quale? Prima sparare e poi chiedere, ovviamente.

Ma lasciando da parte la questio calcistica, e pure quella socio-economica, che per quelle ci sarà tempo, mi auguro che la cover che dovrebbe essere l’immagine di questo Mondiale la ammanniscano solo a noi, incolpevoli telespettatori dotati di telecomando, e non ai calciatori che, vabbé che son pagati, ma insomma…

Premetto che non ho una passione per i Negramaro, e che ritengo Giuliano Sangiorgi largamente sopravvalutato, però davvero questa lagna nun se po’ sentì.

Sembra che abbia l’asma. E questa è una di quelle canzoni che tracciano il solco. Tra chi ha voce e chi non l’ha. Sangiorgi, come dire, non l’ha. Hai voglia ad arrangiare e riarrangiare. E’ una di quelle melodie che nascon tonde e non solo non riesci a farle diventare quadre, ma neppure ellittiche.

E poi io, alle canzoni mi affeziono e questa, che il nonno ascoltava sempre, forse più che ad altre.

Ricordiamola allora così,

 

e consegniamo all’oblio questa cover

Annunci

17 thoughts on “Un amore così grande

    1. Foto struggente. E comunque,durante i mondiali, conto di tediarvi con ‘le vene aperte dell’america latina’ (e già che ci sono faccio pure un po’ di pubblicità non occulta a questo bellissimo saggio di Eduardo Galeano).

  1. Ma guarda, hanno ripescato Claudio Villa, la passione canora di mia madre e mia nonna! Ed io sono abbastanza in là con gli anni da ricordarne, oltre agli acuti, anche la rivalità con Gianni Morandi, che era invece il beniamino dei giovani, ai tempi delle varie Canzonissime. Veramente tanti tanti anni fa.

  2. non apprezzo particolarmente i Negramaro, in compenso Claudio Villa l’ho sempre trovato insopportabile e il calcio mi fa schifo.
    prevedo tempo duri per i miei timpani, il mio umore, i miei nervi….

  3. La canzone (originale) e’ bellissima. Si antipatico CV ma che voce! Altro che GS.
    Il calcio non mi interessa ma il Brasile e’ un paese meraviglioso e difficile che non si finisce mai di scoprire (anche se con i 2 pupi x ritornarci dovrò pazientare).

    1. CV è stato di un’antipatia fulminante, ma era anche, molto, figlio dei suoi tempi e di un certo modo fi intendere la fama… d’altronde la simpatia non è un obbligo, basti pensare a Toni Servillo (grandissimo attore, ma con un’eccessiva autostima, e non mi riferisco al vaffa alla giornalista di RaiNews, è un giudizio, il mio, largamente antecedente)
      In Brasile ho vissuto durante l’infanzia, in una città minore (per loro, per noi, enorme) vicina all’Amazzonia. O Brasil é feito por nós.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...