Votantonio

Che poi, io, uno come La Trippa Antonio, oggi, lo voterei pure.

E, in generale, Antonio De Curtis in arte Totò, è un riferimento anche troppo alto per questo caravanserraglio di poveracci che ci tormenta a mezzo stampa, web e tv.

Mia nonna avrebbe detto ‘je possino’. E probabilmente è la sintesi estrema che ci sta mancando in queste settimane.

Che poi, io, ormai, ho già deciso. Senza entusiasmi, ma, purtuttavia, con convinzione. Sia ben chiaro, non già la convinzione del meglio, cui da tempo ho rinunciato. La convinzione del meno peggio, che da sola indica quanto in basso siamo scesi. Quanto male ci siamo ridotti.

Ammetto che il programma migliore, probabilmente, sarebbe quello della Lista Tsipras. Che dice cose serie. E anche giuste. E pure parecchio utopiche. E questo è un Paese che, oggi, ha quanto mai bisogno di robuste dosi di realismo. senza contare che la lista Tsipras è oggi accreditata, per lo più, sotto il 4%. E votare un partito che già sai difficilmente superare lo sbarramento, equivale a gettare scientemente il proprio voto giù per lo scarico del cesso.

Solo un appunto. La lista Tsipras era una bella cosa, e anche una grande idea. Però, se non viene percepita non si può dare sempre e solo la colpa al popolo bue e coglione. E’ stata propagandata malissimo dai diretti interessati. Di peggio difficilmente si poteva fare. E porsi alle masse col piglio degli intellettuali è una strategia di comunicazione suicida. Direte, ma la politica non è comunicazione. Vero. Però, di questi squallidi tempi, sì. E pertanto, se vuoi partecipare all’agone, adattati alle regole. E soprattutto: Nichi Vendola è simpatico quanto pulirsi il sedere con la carta vetrata. Si implorano alternative.

A Dio piacendo, faranno compagnia alla lista Tsipras pure Scelta civica (in effetti, Scelta Europea), Fratelli d’Italia e Idv. Se con un po’ di culo andasse a far loro compagnia pure la Lega, il mondo sarebbe non un posto migliore, ma senz’altro vagamente meno schifoso.

Ma sulla Lega, s’hanno, onestamente, poche speranze.

Quindi, se vuoi avere un voto rappresentato, la scelta dsi riduce talmente, che ti ritrovi con Lega (probabilmente), Forza Italia, NCD+UDC, M5S e PD.

E poi ci si chiede il perchè dell’astensionismo.

Lega, NCD+UDC, Forza Italia rappresentano tutto ciò che ho disprezzato negli ultimi vent’anni, e non rappresentano né una scelta, né una possibilità, né un’alternativa.

Anzi, a dirla tutta, questi rappresentano la mia unica fonte di ambasce pre-elettorali. Che ci son pure le amministrative e il forzitaliota uscente è stato pure un decoroso sindaco. E la piddina candidata mi è simpatica come uno sciame di vespe nelle mutande. E pure. E pure mica lo so se alla fine ce la faccio a superare l’atavica repulsione e votarlo (sì lo so che posso fare il disgiunto, è proprio il concetto che mi zavorra).

Dei pentastellati non comprendo il fine ultimo. Pochi cazzi. C’è sempre in politica un fine ultimo. Il loro, non lo intravedo. Non riesco a leggere cosa sia, cosa voglia, Casaleggio (che Grillo è solo la sua voce, un attore scritturato, se per remunerazione o convinzione ignoro, per una sorta di spottone portato in tournée sulle piazze d’Italia).

Mi resta il PD, che voterò. Senza turarmi il naso, ma sperando di non svenire a causa del lezzo. Con una certa convinzione per quel che riguarda il Chiamparino. E senza convinzione alcuna per quel che riguarda le europee. Con un certo fastidio per tutto questo renzismo che sta di fatto trasformando il partito in una sorta di DC di sinistra (praticamente alla Donat Cattin). Ma senza un’oggettiva alternativa. e con la sensazione che, forse, convenga rafforzare lo scrivano fiorentino, che non credo che questo Paese riesca a reggere anche un governo pentastellato.

Unica nota positiva. Il vecchio satrapo, in picchiata nei sondaggi, forse, ce lo siamo levati di torno definitivamente.

Perchè non l’ha sconfitto la magistratura. M più banalmente la realtà, la crisi, la mancanza di soldi e alternative.

Annunci

18 pensieri su “Votantonio

  1. Sì, condivido le tue riflessioni in tutto e in pieno e credo che anch’io mi risolverò a votare il PD ancora una volta, nonostante il fatto che Renzi&compagnia mi siano graditi come il tuo ‘sciame di vespe nelle mutande’ e mettici pure anche ‘come pulirsi il culo con la carta vetrata’. Ma mi sarei anche stufata di perdere sempre e di Grillo e dei suoi discepoli ho una paura fottuta.

    • Dici bene, paura. E’ che non capisco cosa vogliono. Silvio B, l’ho capito sempre. Disprezzato, anche. Ma il senso ultimo lo capivo. Ma questi? Questi che vogliono? Mi pare un gigantesco Truman Show. E mi fa paura.

  2. gia’ detto in altra sede, non riesco proprio a pensare al pd come male minore. non siamo putroppo in tempo per una eventuale cancellazione dello sbarramento su istanza del tribunale di venezia, ma preferisco provare a sostenere quell’ipotetico 4% che devastare la mia coscienza…

  3. Io voterò lista Tsipras con convinzione pensando all’Europa, molto meno pensando alla provincia italiana (non mi convince l’accordo con il PRC, perché le ragioni, per me validissime, della scissione di SEL dal PRC nascono proprio dal fallimento dell’ipotesi della sinistra unita, che non funzione). Ma in Europa come tu dici ha bei programmi, una visione convintamente europeista e dentro l’euro, pur non in linea con la guida attuale. In poche parole, ciò che cerco per l’Europa.
    Il PD non esiste più, lo hai scritto anche tu. Non esiste come residuo del vecchio PCI-PdS-etc, n come nuova formula di centro(?)-sinistra(?). L’avvento di Renzi, sotto il quale, ricordo, io ho lavorato, e dunque so di quel che parlo, molto bene, segna un punto di non ritorno.
    Per Sel, separata dall’estrema, mi sono candidata alle comunali dell’anno scorso, una scelta che ripeterei. Se non votassi Lista Tsipras, voterei ALDE, perché i liberali europei sono una cosa seria. Ma, per questa volta, e con consapevolezza di un voto che eccede il nostro suolo, va così.

  4. vero. sulla lista Tsipras la penso come te. sono molto tentata ma ho paura di buttare via il voto…e non è il momento di buttare via nulla..

  5. penso che i miei avi si riolteranno nella tomba, fascisti della prima ora (anche se hanno dato il cognome a un cugino che poi è diventato onorevole tra i comunisti….) e voterò anche io PD, almeno il loro leader nn è un pregiudicato.sembra quasi una barzelletta….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...