Come nasce un poeta

A proposito di Uomo. L’altra sera, nana assente causa visita presso il resort gestito dalla nonna, si guardava un pezzo di tv in silenzio e, avvezzi agli usuali Barbapapà, ci si stupiva di quanto si parli di sesso in tv.

Constato che la mia sensazione è che se ne parli molto per farne molto poco.

Constata di qua, constata di là, vien spontaneo aggiungere che, pur senza rendercene conto, quasi tutti passiamo parte della nostra vita a farlo di nascosto dai nostri genitori e un’altra consistente parte a farlo di nascosto dai nostri figli.

A quel punto, lì giunti, l’Uomo chiosa come segue: ‘e quando finalmente potresti trombare in santa pace, non ti tira più neanche col Viagra.’

Avete assistito alla nascita di un poeta.

Annunci

10 thoughts on “Come nasce un poeta

  1. Nuova lettrice. Sono Silvia. Arrivo al tuo blog attraverso un altro scritto da una personcina veramente niente male da cui ho avuto la fortuna di imparare molto in questi ultimi anni e ti dico, dopo attenta lettura, anche tu non scherzi..complimenti “io me e me stessa”! proprio forte..a presto, se vorrai. Silvia

    1. La seconda, per quanto triste, è terribilmente vera. Resta il fatto che questa sensazione di vivere in anni in cui si preferisce parlar di sesso piuttosto che farlo, ce l’ho fortissima.

  2. beh, mi auguro che dopo una tale chiosa abbiate valutato che non davano niente di interessante in tv 🙄
    a parte ciò, la stessa considerazione la facevo stamani guardando la bacheca delle riviste settimanali e mensili dal mio edicolante. una strage. sesso, sessino, sessuccio, come farlo, come non farlo, come vestirti per attirare i di lui/lei desideri, come farlo/a godere a sessant’anni, in quali orari, quale dieta per essere più performante, cosa dire o non dire prima durante dopo l’amplesso, intervista esclusiva a come lo fanno tizio/a caio/a sempronio/a, selfie pre post coitum…
    che tristissia.

    1. Quando mai danno qualcosa di interessante in tv? 😛
      E comunque, verissimo. Un’esibizione continua e fuori luogo. Che in alcuni casi, e dopo una certa età, diventa anche fonte di imbarazzo per gli altri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...