Giusto per chiarire

Quel che più mi molesta del panorama politico italiano, a parte la palese inettitudine, è il costume di considerarci dei deficienti.

Che poi non è che perchè sei deficiente tu, debba esserlo per forza pure io.

A seguire, i pensieri oziosi di un’oziosa sulla situazione attuale

1. Il ‘mini-bonus’ di 14 Euro in più per lavoratore, è buono, al più, per estinguerci il mutuo. Sulla cuccia del cane. In un anno fanno ben 168 Euro, quasi 200 tra tredicesima, quattordicesima e cazzi vari. Detto bonus, sia detto per inciso, non copre, nemmeno lontanamente, quanto ci sta costando l’aumento delle aliquote dell’IVA.

2. Avete tolto l’IMU, e aumentato l’IVA. Bravi. Clap clap. In pratica funziona così. Se tu abiti in un monolocale vista tangenziale dove puoi cucinare comodamente seduto sul letto, causa dimensioni, non paghi l’IMU. Se tu abiti in un villone di 40 stanze immerso in un parco secolare, non paghi l’IMU (fermo restando che sia la tua prima casa, of course). Entrambi però pagherete l’IVA secondo aliquota di competenza del bene. Viene così rispettata la morale del menga (chi l’ha in c*lo se lo tenga).

3. Dovrebbe valere sempre, ma, a maggior ragione, in tempi di crisi. La tassazione dovrebbe essere progressiva. Più hai più paghi. Il concetto è che se molto hai molto paghi, ma a parte la bruciante incazzatura del momento in cui esborsi, meno te ne accorgi. Pesano di più 100 euro a chi ne ha mille, che 10.000 a chi ne ha centomila.

4. La Merkel si fa gli affari suoi (intesi come affari del popolo tedesco), se loro si facessero i nostri, sarebbe un filo meglio. Invece che chinare la testa, basterebbe dire: ‘ah si, facciamo cagare. Perfetto, non fa caso che ci cacciate voi, ce ne andiamo noi (dall’euro). Una nostra dipartita, farebbe crollare l’euro zona in meno di due giorni. Sapevatelo.

5. Madama Cancellieri, se indultate, o amnistiate lo farete per Silvio B. Non cerchi di fregarci, col fatto che a lui non lo si applicherà. Sarebbe incostituzionale. Lo so pure io, figuriamoci lei che prima faceva il prefetto.

Annunci

4 thoughts on “Giusto per chiarire

  1. sono anni che ci considerano deficienti….e che dici che noi italiani all’estero abbiamo chiesto di pagare “la mutua” che poi ce ne serviremmo veramente poco e ci hanno detto no..siamo più di 40.000.000 di italiani all’estero..tanto per farti capire hai presente che introito? no noi non possiamo pagare ma quelli che arrivano anche se non lavorano pagano 100 euro e sono coperti tutto l’ anno…tanto per…
    ma non hanno ancora capito che se continua ad aumentare l’iva non c’é più nessuno che compera ?
    come se lo possono permettere?

    1. Quella degli italiani all’estero è un’indecenza. Altra indecenza, l’INPS. Io, se viaggio per lavoro, sono coperta nel solo orario d’ufficio (tipo che se ho un incidente la notte mentre mi sposto da un luogo all’altro son tutti cazzi miei) e solo se fornisco l’itinerario di dove andrò. Fai conto che sei a Lisbona, per un imprevisto il cliente ti porta a Cascais (praticamente come da Milano a Monza) se ti stirano a Cascais e non hai avvertito, son nuovamente cazzi tuoi. Pertanto ti fai un’assicurazione privata che ti copra…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...