What a wonderful world

Così come é arrivato, se ne é andato. Soggetto, sottinteso, ma mica tanto, lo scoglionamento cosmico di questi mesi.
E non è che le cose siano poi troppo cambiate.
Son cambiata io. Non è neppure che me ne fotta, ho imparato a farmene una ragione, che è diverso, e a farmela con buona grazia che è più diverso ancora.
By the way, stanotte sono a Lisbona, che è più bella che mai.
Lisbona non è una città, è uno stato dell’anima. Mi piacerebbe un giorno, vivere qui, più o meno stabilmente.
E il giorno che si dovesse compiere il destino, giorno che sperasi essere il piú lontano possibile, mi piacerebbe che si compisse su una panchina di Praca do Comercio, con un bicchiere di Porto in una mano e una sigaretta nell’altra, il Rio Tejo che scorre davanti ai miei occhi ed il fado suonato alle mie spalle, ad avvolgermi l’anima.

Annunci

2 pensieri su “What a wonderful world

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...