L’ultima corsa

Sei lì ai blocchi di partenza. Pensi a niente e pensi a tutto. Pronto a scattare. Ad essere il primo o anche l’ultimo. Sono di una generazione che quando correva, per strada, ti gridavano “Vai, Mennea”. Pietro Mennea non era un cognome, era un concetto.

Era anche un uomo duro, roccioso, forgiato dalla fatica e dalla disciplina.

Molti campioni, nella vita che viene dopo, si perdono, lui no, quattro lauree, avvocato, docente universitario.

Non sarebbe mai andato, Pietromennea, tutto attaccato, che da bambini lo dicevamo così, ad un reality.

Non glielo avrebbero nemmeno proposto un reality. Avrebbero avuto vergogna.

Se ne va un altro pezzo di un’Italia migliore, e ti guardi intorno, vedi le macerie che restano, e la tristezza t’assale. Riposa in pace, campione. Riposa, per una volta.

 

Immagine

Annunci

2 pensieri su “L’ultima corsa

  1. Grande Pietromennea, non ce lo avrei visto proprio ad un reality. La sua impresa alle Olimpiadi di Mosca fa parte dei ricordi della mia infanzia. Soprattutto perchè a quelle Olimpiadi l’Italia non ci voleva andare, ma il Coni tenne duro.
    Elisa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...